Share Poll

Poll link

500 px
350 px
250 px
Preview

widget preview:

Width - px Height - px

Close preview
! You are using a non-supported browser Your browser version is not optimised for Toluna, we recommend that you install the latest version Upgrade
Our Privacy Notice governs your membership of our Influencer Panel, which you can access here. Our website uses cookies. Like in the offline world, cookies make things better. To learn more about the cookies we use, check out our Cookies policy.

Stè♡diluna

  1 month ago

#HappyHour26

Nonostante sia riuscita a regalare gran parte della mia libreria troppo piena, prima dell'ultimo trasloco ad aprile, c'è un libro rimasto al suo posto.
È intitolato BRILLA UNA STELLA- La storia di mio figlio scritto da Danielle Steel, statunitense ben nota per numero di copie vendute nella classifica delle autrici donne. Scrittrice di romanzi che sono stati tradotti in 28 lingue.

Da adolescente dopo il suo primo comprato per caso, sono finita per leggere nel giro di due estati una ventina dei suoi romanzi.
 “Brilla una stella” però l' ho letto dopo  alcuni anni, ormai sposata e caso volesse che ero da poco diventata mamma, perché così ho potuto capirlo a 360°.
Infatti la Steel qui racconta un capitolo vero e molto doloroso della propria esistenza.
É la storia di Nick uno dei suoi figli, affetto da un disturbo bipolare, una sindrome maniaco-depressiva e  della sua lotta disperata per la vita, lotta che purtroppo si conclude tragicamente.

Secondogenito dei nove figli, nato con parto drammatico, era stato sempre il più precoce, il più esuberante e anche il più esigente dei fratelli. A un anno si esprimeva già con frasi compiute, era irrequieto e non dormiva mai. Man mano che cresceva dimostrava qualità straordinarie, come un notevole talento narrativo e geniali doti musicali, ma anche ritmi di apprendimento molto differenti, repentini sbalzi d'umore, scatti d'ira, feroci contestazioni, alternati a  impetuose manifestazioni d'affetto, una contagiosa simpatia e una travolgente carica umana.
Una condizione osservata prima con sorpresa, poi con sospetto dalla madre e che inizialmente non avevano destato allarmi negli specialisti da cui lo fece ripetutamente visitare. Ma poi in adolescenza rapidamente  esplose in  gravi episodi. Ormai troppo tardi gli fu diagnosticata la sindrome maniaco-depressiva per cui pur se avviata una terapia, il ragazzo arrivò a suicidarsi a soli diciannove anni.

Io ho pianto di dolore e d’amore , ho sentito la forza unica di questa famiglia particolare quale reputo quella della Steel e ho faticato emotivamente mentre cercavo di finire il libro perché è un tributo d'amore  struggente, oltretutto con  quindici pagine di toccanti foto di famiglia.

In ricordo del figlio, la Steel ha fondato e gestisce la "Nick Traina Foundation", dedicata a suo figlio e finanzia le organizzazioni dedicate alla cura delle malattie mentali, alla musica  e per l'abuso dei bambini. Si è resa portavoce dei molti che combattono contro queste malattie
Se lo comprate preparatevi a leggerlo con fazzoletti alla mano.
Buona serata.
Reply
Post

isabella82

  1 month ago
L'ho letto anche io vari anni fa, e sì, è molto commovente...ciao, buona serata:) Reply
2 comments

cherrygisa

  1 month ago
Sicuramente un bel libro, commovente la storia, cercherò di leggerlo...... .. Ciao Sté che bello rileggerti dopo tanto tempo, spero tutto ok....... Ciao cara ti abbraccio Reply
1 comments

Cris1414

  1 month ago
Ho letto questo libro quando in estate lavoravo in biblioteca, l'unico della Steel tra l'altro. Commovente, un pugno nello stomaco. Reply
1 comments

Copied to clipboard

You’re almost there

In order to create content on the community

Verify your Email / resend
No thanks, I’m just looking

OK
Cancel
We have disabled our Facebook login process. Please enter your Facebook email to receive a password creation link.
Please enter a valid Email
Cancel
We're working on it...
When you upload a picture, our site looks better.
Upload